Controlli a tappeto sulle mense scolastiche regionali, divieti e sanzioni per diversi istituti

Ammontano a circa 15mila euro le sanzioni sollevate per carenze igienico sanitarie e strutturali, per l’omesso aggiornamento dei piani di autocontrollo aziendale e della carenza nelle procedure di rintracciabilità degli alimenti.

È il risultato dei controlli a tappetto messi in atto dai Nas sulle mense scolastiche abruzzesi e che non hanno risparmiato nemmeno gli istituti d’infanzia, primari e secondari, sia pubblici che privati, non solo nei locali adibiti alla refezione ma anche in quelli didattici.

Prodotti convenzionali fatti passare per biologici, carenze igienico sanitarie e gestionali e altre le motivazioni che hanno portato, nella provincia di Pescara, a segnalare alla competente autorità giudiziaria il responsabile e l’addetta alla refezione scolastica di una scuola dell’infanzia; mentre in un centro cottura, adibito a servizio catering per una scuola privata, i militari in collaborazione con la Asl hanno sospeso l’attività riscontrando le carenze igienico sanitarie e sottoposto a vincolo circa 50Kg di prodotti alimentari carenti nelle informazioni sulla tracciabilità.

In provincia di Chieti sotto la lente dei Nas è finito un asilo nido in condizioni strutturali carenti e privo di autorizzazione tanto da

condurre il sindaco del comune alla chiusura immediata. Carenze strutturale ed igieniche anche in una scuola primaria della costa non solo nei locali dove veniva preparato il cibo, ma anche nelle aule a varie pertinenze tanto da condurre le autorità a disporre la rimozione immediata delle non conformità.  Alimenti sequestrati in un’altra scuola primaria e secondaria poiché privi di tracciabilità.

Nell’ambito della stessa operazione, nella Marsica i Nas ed il personale Asl hanno vietato l’utilizzo di diversi chili di alimenti che, acquistati congelati e surgelati, erano stati sottoposti a scongelamento con modalità improprie. Ai responsabili sono state contestate violazioni amministrative per l’omesso aggiornamento del piano di autocontrollo aziendale e per le carenze igieniche rilevate negli ambienti di lavorazione degli alimenti.

Infiltrazioni di acqua piovana, soluzioni di continuità nell’intonaco, malfunzionamento dei servizi igienici, carenze nella cartellonistica per la gestione dell’emergenza sono altre segnalazioni riguardanti anche le aule che i militari hanno provveduto a comunicare alle autorità.

S.P.

 

Commenta per primo! "Controlli a tappeto sulle mense scolastiche regionali, divieti e sanzioni per diversi istituti"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*