Energia, Villetta Barrea è la prima comunità carbon free

L’energia se la produrranno da soli e ad emissioni zero: viene dal cuore della regione verde d’Europa, tra i monti dell’Alto Sangro, la prima esperienza di comunità locale carbon free. A Villetta Barrea in molti sono pronti ad investire sulla loro risorsa e soprattutto sul loro futuro: ristrutturare e riattivare l’antica centrale idroelettrica che, da sola, permetterà di rendere autonomo il paese dal fabbisogno energetico.
Il progetto viene da tre aziende che l’altro giorno hanno fatto un sopralluogo per illustrare le fasi dell’investimento: la Energred di Roma che si occuperà della gestione vera e propria dell’impianto, la Ener2crowd e la Opstart di Milano che si occuperanno invece, con le loro piattaforme lending ed equity, di raccogliere i fondi e ridistribuire gli utili in modo automatico.


La vera novità è proprio questa, quella cioè dell’uso del crowdfunding per finanziare un’operazione i cui costi d’investimento si aggirano sui 420mila euro, tanto ci vorrà per ripristinare l’antica centrale chiusa l’ultima volta nel 2015 a seguito di un’alluvione.
“E’ un’operazione dal grande valore ambientale e sociale – spiega Nicolò Sovico, responsabile della Ener2crowd – e che per questo vede tra i finanziatori la stessa popolazione. Al Comune, proprietario della centrale, d’altronde, andrà un canone di locazione di 17mila euro l’anno. Senza contare che gli utili previsti partono dal 5,5% a salire per i giovani investitori sotto i 24 anni”. Al progetto possono aderire tutti registrandosi sulla piattaforma di Ener2crowd e versando un minimo di 150 euro: gli utili sono garantiti, ma soprattutto è garantito l’obiettivo di far diventare Villetta Barrea la prima comunità d’Italia ad emissioni zero.


La centrale, secondo i calcoli dei tecnici, infatti, può produrre 900mila kwh l’anno, che è sostanzialmente quanto consumano i 652 residenti del paese: quella turbina da 200 kwh, insomma, sarà in grado di rendere autonomo il paese e di preservare il suo alto valore ambientale.
“A gennaio partiremo con la campagna vera e propria – continua Sovico – l’obiettivo è di mettere a regime la centrale entro giugno 2020”.
Un esempio di sostenibilità che è una coccarda sul crinale dell’Appennino.

6 Commenti su "Energia, Villetta Barrea è la prima comunità carbon free"

  1. Mi sembra che a PACENTRO vi sia una centrale idroelettrica realizzata e gestita direttamente dal Comune da oltre 100 anni.

    • non ne fa per questo una comunità carbon free, ovvero una comunità autosufficiente energeticamente e che gestisce con investimenti personali

      • Vi prego, correggete i contenuti tecnici perché ci sono strafalcioni da far accapponare la pelle.

        • quali sarebbero?

          • 1) La potenza elettrica si misura in kilowatt abbreviato kW e non kwh come scritto;
            2) L’energia si misura in kilowattora abbreviato kWh;
            3) 900 kWh equivale a un terzo del consumo medio di una famiglia italiana pari a 2700 kWh; Sicuramente sarà stato un errore di battitura, 900.000 kWh forse era il valore che volevate scrivere.
            Saluti

  2. si 900mila ha ragione errore nostro, grazie per la segnalazione, però nel progetto è indicato kwh

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*