Ospedale in rianimazione

Che l’ospedale di Sulmona non se la passi troppo bene, è un dato che anche l’osservatore più distratto non farebbe fatica a notare. Personale sott’organico, servizi erogati a singhiozzo, strumentazione spesso vecchia e mal funzionante, sono solo alcuni dei problemi che caratterizzano il nosocomio peligno ai quali va aggiunta l’incertezza sul futuro di alcuni reparti…

Il contenuto di questo articolo è riservato ai membri Sostenitore

Registrati per continuare la lettura dell’articolo.
Sei sei gia iscritto, fai il Login
Visita la nostra pagina per saperne di più! InfoAbbonamenti