Tra parchi commerciali e ztl, domani si riunisce la quinta commissione

Quella di domani sarà la prima di una lunga serie di incontri con i commercianti per ripensare il centro storico. La quinta commissione si riunirà alle 15 a Palazzo San Francesco per cominciare a lavorare sul da farsi, innanzitutto ascoltando di nuovo le istanze dei commercianti, e le loro proposte. Ma a parte una serie di scelte da fare subito, per soddisfare, per quanto possibile, le loro impellenti esigenze, da fare ci sarebbe anche una programmazione a lungo termine che contempli, almeno da quanto vorrebbe l’assessore al ramo Cristian La Civita, il cosiddetto centro commerciale naturale.

A proposito, proprio negli ultimi giorni, c’è stato un gran girare di un vecchio progetto presentato tanti anni fa da Franco Iezzi con la sua associazione Ars. Shopping, cultura, arte, enogastronomia, benessere, relax e eventi speciali. Tutti insieme appassionatamente in un progetto davvero avveniristico dove trovava ampio sviluppo anche la valorizzazione del Parco del Vella con un percorso didattico per bambini, uno sportivo all’aperto, il percorso avventura, lo spazio destinato agli orti, tra l’altro più volte tornato in auge negli anni e mai definitivamente adottato. Un collegamento tra centro e parco naturale possibile grazie ad una scala elicoidale nei pressi del ponte Capograssi, nel frattempo arricchito da una struttura “quattro stagioni” in cui organizzare diversi eventi, compresi mercatini tipici. E la galleria in via Antonio Di Nino che avrebbe condotto dritto dritto in centro storico, cuore della cultura e degli acquisti. Solo un esempio di quanto si sarebbe potuto fare in passato e che probabilmente poco avrà nel futuro.

Una spinta propulsiva in più all’economia della città deve in qualche modo arrivare, quella che gli esercenti del corso e di

Sulmona in generale chiedono da tempo, ma è anche quella che chiedono altre fasce di popolazione spronando gli stessi commercianti a sondare anche altri terreni. E’ il caso dell’associazione Fiab Sulmona Bicincontriamoci che parla di mobilità sostenibile e che solo qualche giorno fa ha bacchettato proprio gli esercenti, disinteressati al loro progetto di Ciclovidia. Domani la commissione si riunirà per buttare giù le prime idee. Ma ci sono questioni che sembrano non reggere, come l’apertura della Ztl, piena di limiti che ieri la domenica elettorale ha fatto emergere, come denunciato dal consigliere Andrea Ramunno: “Questa mattina la ZTL era disattivata per le elezioni, le auto hanno invaso il centro storico (buon parte non elettori), l’aria era irrespirabile, i pedoni facevano difficoltà a camminare facendo lo slalom tra le auto, chi aveva intenzione di fare acquisti o prendere un caffè aveva comunque difficoltà. Aprire totalmente non è la risposta se non si rivede la viabilità del centro” si è sfogato Ramunno. Parte della città, in fondo, crede anche alla pedonalizzazione del centro, una buona soluzione potrebbe essere quella di rivedere la Ztl in base ai giorni, alla mobilità di alcune zone, a sfruttare il parcheggio di Santa Chiara a favore anche dei cittadini. C’è tanto da parlare e proporre.

 

Commenta per primo! "Tra parchi commerciali e ztl, domani si riunisce la quinta commissione"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*