“Ristorante tipico d’Abruzzo”, marchio approvato

(foto abruzzolive)

Nell’era del riconoscibile, facilmente individuabile, sinonimo di affidabilità, per l’Abruzzo ricevere un marchio ad hoc per la ristorazione rappresenta un riconoscimento importante per la valorizzazione del territorio.

Nello specifico si tratta dell’approvazione, da parte di Bruxelles, del marchio “Ristorante tipico d’Abruzzo”. A darne notizia è Lorenzo Berardinetti, ex assessore regionale e promotore dell’iniziativa.

“Sul fatto che venisse accolto, però, non avevo dubbi – dichiara in una nota -. La sua straordinaria importanza e il grande, grandissimo, lavoro svolto in prima istanza dal Consiglio Regionale e poi dall’ex Giunta per portarlo a termine, sono, infatti, sotto gli occhi di tutti. Si tratta di un passaggio storico per la nostra regione, di vitale importanza per il turismo e il settore eno-gastronomico, tra i principali punti di forza dell’economia abruzzese”.

Il marchio servirà, dunque, a riconoscere “alcuni piatti tipici della nostra splendida terra, capaci di catalizzare l’attenzione dei riflettori nazionali grazie alla loro singolare genuinità, la stessa che un turista ricerca quando si reca da noi”.

Una leva importante, insomma, dal punto di vista turistico “capace di proiettare tutti gli addetti ai

lavori su un piano di lavoro ancora più autorevole e prestigioso”. A sostenere l’idea ci sono state diverse figure tra cui lo chef Franco Franciosi e i suoi colleghi delle quattro province.

Il marchio può essere utilizzato in tutta Italia e all’estero per promuovere le specificità abruzzesi “purché rispetti i requisiti e le condizioni necessarie per accedere al marchio. Ecco, quindi, che l’Abruzzo verrà promosso non solo a livello locale ma anche extraregionale”.

S. P.

Commenta per primo! "“Ristorante tipico d’Abruzzo”, marchio approvato"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*