Un’estate al male

Dopo tre mesi di quarantena la prova costume non sarà l’unico problema dell’estate abruzzese: se fortunatamente sono ormai fantasie lontane le gabbie in plexiglas sulle spiagge, infatti, quella che ci attende non sarà proprio una stagione da ricordare, non in positivo almeno. Il distanziamento sociale e il timore di una recrudescenza del virus, restano infatti…

Il contenuto di questo articolo è riservato ai membri Sostenitore

Registrati per continuare la lettura dell’articolo.
Sei sei gia iscritto, fai il Login
Visita la nostra pagina per saperne di più! InfoAbbonamenti