Bus Tiburtina: Fratelli d’Italia in Provincia chiede incontro con Marsilio e Raggi

Un incontro per avere ulteriori rassicurazioni sul mantenimento dei flussi bus interregionali a Tiburtina. E’ quanto chiedono i consiglieri provinciali Gianluca Alfonsi e Vincenzo Calvisi al presidente angelo Caruso. Nonostante l’assessore romano Pietro Calabrese abbia scongiurato questa possibilità, infatti, i due chiedono la convocazione di un incontro con il presidente della Regione Marco Marsilio ed il sindaco Virginia Raggi.

Un momento “per superare definitivamente il rischio della delocalizzazione, appello motivato da un’esigenza di connessione e interconnessione del trasporto civile su strada che, da sempre, svolge una funzione strategica ineliminabile per lo sviluppo economico e sociale dell’Abruzzo” spiegano i due.

“Lla localizzazione presso la stazione Anagnina comporta un difficilissimo collegamento con l’Autostrada A1 e A25,  così come, con il centro della città di Roma Questo atto rassicurerebbe migliaia di cittadini Abruzzesi che quotidianamente si recano a Roma e che tornano nelle città di origine, evitando lo spopolamento delle aree interne, un gesto che significa sacrificio e affetto per la terra natia” concludono.

1 Commento su "Bus Tiburtina: Fratelli d’Italia in Provincia chiede incontro con Marsilio e Raggi"

  1. Ferroviere in 1 87 | 28 Ottobre 2019 at 1:58 pm | Rispondi

    Sinceramente, non capisco dove sta il problema… il sindaco Raggi vuole il terminal degli autobus ad Anagnina?!? Benissimo, in segno di protesta, si potrebbe utilizzare il treno “Regionale Veloce” che offre come vantaggio Roma Termini anziché Tiburtina. Inutile ricordare che le linee metro A e B hanno il loro unico punto d’incontro proprio qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*