I possibili contagi del paziente ricoverato a Sulmona

E’ stato ricoverato nell’ospedale di Atri il padre del cinquantatreenne di una frazione di Castel di Sangro, risultato positivo al Covid 19, che si trova ricoverato da giorni nel reparto di rianimazione dell’Annunziata di Sulmona. La decisione è stata presa ieri sera dal medico curante dell’uomo che in mattinata, insieme alla moglie, si era sottoposto all’esame del tampone, i cui risultati si sapranno però solo nelle prossime ore. L’anziano ha infatti febbre e tosse e il medico ha ritenuto possibile anche per lui un contagio, tanto più che, lavorando insieme al figlio, con questo è stato a contatto per un lungo periodo.


Più attesa c’è, però, per il risultati di altri tamponi eseguiti ieri tra Sulmona e Castel di Sangro e in particolare quelli eseguiti su due operatori sanitari che hanno trasportato il cinquantatreenne a Sulmona con l’ambulanza. Un trasporto durante il quale, a quanto sembra, non tutti i dispositivi di protezione individuale avrebbero funzionato a dovere. Una verifica, questa, chiesta sia da alcuni partiti politici (la Lega e il Pd) che per questo si sono beccati anche la ramanzina dalla sindaca di Sulmona, sia dai sindacati.
Per l’esito di questi tamponi c’è apprensione, perché gli operatori, sicuramente uno, hanno continuato a lavorare nei giorni successivi al trasporto all’interno degli ospedali e il rischio è che abbiano potuto a loro volta contagiare un numero imprecisato di persone.
Sulla sicurezza del personale sanitario negli ospedali provinciali l’altro giorno la Cgil ha presentato un esposto alla procura della Repubblica dell’Aquila, chiedendo il perché non fossero stati eseguiti i tamponi sui lavoratori esposti al rischio (da cui i test eseguiti ieri) e di verificare la scadenza dei dispositivi di protezione individuale forniti ai sanitari.

14 Commenti su "I possibili contagi del paziente ricoverato a Sulmona"

  1. Publio Vettio Scatone | 25 Marzo 2020 at 8:28 am | Rispondi

    Quando tutto finirà, bisognerà fermarsi a riflettere sui tanti errori dovuti alla mancanza di dispositivi di protezione individuali e alla impreparazione della nostra catena di Comando.
    Non chiamiamola emergenza, questa è una guerra. Il nemico è subdolo, invisibile, sconosciuto.
    Mancano medici, infermieri, volontari, attrezzature, materiali.
    Il nostro “ Giuseppi”, un premier non eletto da nessuno, che si presenta con la bandiera europea in bella vista e non con il tricolore , il 27 Gennaio in TV sulla 7, intervistato da madame Gruber, compiaciuto rispondeva:
    “ SIAMO PRONTISSIMI “.
    Si erano cullati, ed erano, convinti che il Virus era poca cosa, poco più di una banale influenza.
    E vai con gli aperativi ( Zingaretti e Sala), con le interviste dove davano degli xenofobi e razzisti alla destra, tutti contro Salvini e Meloni che avevano chiesto di sigillare i confini Italiani. Dove sono tutti i politici salvatori del popolo. Dove si sono nascosti, con i loro sorrisi, i proclami e i loro video ipocriti e inopportuni. E quelli che salivano sulle navi delle ONG pirata che hanno legittimato e incensato con la loro presenza l’aggressione alla GdF?
    Dove sono le sardine e quelli dei centri sociali sempre pronti a scendere in piazza… e sempre contro.
    Adesso vivete da imboscati nelle quattro mura domestiche, vigliacchi: date il buon esempio.
    Forza mettetevi una mascherina e correte a supportare e portare vicinanza ai Sanitari, militari, autotrasportatori, operatori del commercio, volontari e tanti altri che rischiano la vita per tutti noi e anche per voi.

    • Solita filastrocca del solito destroide analfabeta (non che tutti lo siano, ma in molti tra loro ci tendono) funzionale, che parla senza informarsi, recitando a memoria il copione che gli ha somministrato più o meno subdolamente la bestia e le bestie. Veramente siete diventati ridicoli oltre che irritanti…. informatevi dove sono le Ong e le le Sardine prima di blaterale. A proposito il Capitone invece dove sta, oltre a farsi i selfie vestito da finto medico?. Ma un po’ di vergogna non la provate?

  2. Sono stati fatto controlli anche in altre strutture?

  3. Ma che davero…se lei fosse un uccello volerebbe all’indietro. Capace solo di dire invettive contro qualcuno che dice la sacrosanta verità, su di una organizzazione governativa che non ha capito il problema da subito ed ha fatto decreti presidenziali uno dopo l’altro, a piccoli passi, in grave ritardo. È di ieri l’ultimo che invita a chiudersi a casa ed a bloccare quanto più ci sia da bloccare. Ecco, forse la decisione che andava presa subito e non dopo che il virus ha espugnato tutti gli avamposti di un esercito in rotta. Non è così ma per …favore, altro che, ma per davero. Io ripeto e faccio mie le sue parole: ‘ è lei che è diventato ridicolo, è lei che recita la solita solfa contro la destra e parte lancia in resta accusando gente che dice la verità sacrosanta; il capitone come lei lo chiama sta lavorando per il nord, sta pensando al nord ed al suo futuro al dopo di tutte le fabbriche chiuse, a coloro che sopravviveranno a questa politica degli indugi e non solo al nord, ma la controparte politica ora al governo evita di riceverlo, come fosse l’ultimo arrivato e non uno che governa un partito con il 33% delle preferenze. Siamo o no in democrazia,quella di cui vi riempite la bocca ed il deretano? O lei è convinto che questa accolita di incapaci si siano comportati bene? Ecco, lei deve rispondere a questo quesito e non con le solite ingiurie e contumelie di chi non ha nulla da dire di serio e concreto. La solita cantilena dei minus habentes, incapaci di pensare e di esprimere un parere, come in concreto ha fatto Publio Scattone (che tra l’altro, nell’antichità, era il condottiero dei peligni contro Roma). Uomo battagliero e non uno quaquaracqua,come tanti degli inutili idioti(altro che utili).

  4. i veri colpevoli non siamo noi cittadini …ma della politica becera che ha spolpato tutto anche la Sanità ! mi fanno ridere alcuni sindaci complici di sistemi che campano con le nomine politiche sulle minicipalizzate e nelle asl e ora parlano come fossero scienziati ! fate ridere al caxxo !

  5. La prima responsabile di questa guerra è stata la Cina con il suo criminale silenzio. Poi anche i nostri politici incapaci di governare e non eletti dal popolo hanno fatto il resto. Speriamo bene ragazzi… Almeno noi popolo pensiamo a noi stessi e stiamo a casa.

  6. Con tutto il casino che c’è pensate ancora a destra e sinistra…invece perché non parlate della brillante idea della nostra sindaca di allestire l’ospedale di Sulmona come covid free senza nemmeno preoccuparsi di di instituire un organo di controllo delle misure di prevenzione ..cioè un tizio che trasporta malati a rischio per l’inefficienza delle misure di protezione? Ma scherziamo…questo potrebbe essere l’inizio di un contagio a Sulmona e voi continuate pure a parlare di destra e di sinistra…grazie per l’ennesima volta sindaca…pensa a farti foto in giro,fai figure di merda con il governo,rinchiudi noi in casa e spalanchi,praticamente,la porta al virus…e intanto come potete vedere continua a farsi belle foto in giro…tre aggettivi e non dico altro: incompetente,presuntuosa,imbarazzante….

  7. Le altre strutture locali tutto ok?

  8. Publio Vettio Scatone | 25 Marzo 2020 at 12:05 pm | Rispondi

    Ma che davvero… il raglio di un asino. Analfabeta ci sei TU, anche cretino e deficiente.
    TU invece sei il solito stronzo sinistroide, che non avendo argomentazioni valide, pensi ad insultare e denigrare un’ opinione di una persona che non conosci. Dovresti vergognarti TU, insieme a tutte le BESTIE immonde simili a te.
    Vergognati imbecille sinistroide, io sono una persona apolitica che non si reca mai alle urne.

    • vedo che hai un vocabolario molto nutrito, dove hai fatto il master? In quanto al voto continua così che già ce ne sono a sufficienza di analfabeti che votano. Ah: non ancora mi rispondi… dove sono le Ong?

  9. Però scusate, non è né utile né dignitoso elevare i toni in questo modo. Se vogliamo ragionare, facciamolo pacatamente. Se vogliamo esprimere delle opinioni, lasciamo che anche gli altri possano farlo. Provo a dare il mio contributo.
    Innanzitutto separerei le opinioni dai fatti. Siamo in democrazia, ciascuno può esprimere le proprie opinioni e non ci sono opinioni giuste o sbagliate. Se qualcuno pensa che bisogna dare accoglienza a chiunque a prescindere da tutto, lasciamoglielo fare. Avrà un’idea di mondo e di società sua. Le opinioni dipendono prevalentemente dalla sensibilità e dalle preferenze delle persone, e per fortuna non siamo tutti uguali (un mondo in cui tutti fossero uguali a me sarebbe una gran rottura di palle!).
    Ciò detto, i fatti sono fatti. Oggettivi. Se oggi piove e qualcuno dice che c’è bel tempo o lo fa in mala fede, oppure ha altre difficoltà (non ci vede, ha problemi cognitivi, non conosce il significato del termine piovere).
    Ora, negli interventi sopra si mischiano opinioni a fatti, con un ulteriore problema. Siccome i fatti dovrebbero essere conosciuti per formare delle opinioni, confondendo opinioni e fatti si rischia di commettere errori di valutazione e quindi formarsi opinioni distorte.
    Quali sono i fatti:
    1) questo virus era del tutto sconosciuto. La conoscenza che stiamo avendo di questo virus cambia e aumenta di giorno in giorno. Come ha appena detto in tv un virologo, nessuno due mesi fa, neanche un indovino, avrebbe potuto prevedere quello che sta succedendo. Da questo fatto discende che non si può rimproverare a nessuno di non aver adottato misure quando sarebbero sembrate assolutamente ingiustificate;
    2) non è questione di destra o sinistra. Negli ultimi 45 giorni, troviamo dichiarazioni schizofreniche da parte di tutti gli esponenti dei partiti politici italiani, compresi quelli di destra. Il 24 febbraio Salvini chiedeva di chiudere i confini (non l’isolamento o di evitare assembramenti, o la chiusura delle attività, si noti!); il 27 febbraio Salvini dice che bisognava aprire tutto, e, testualmente “venire a fare turismo in Italia è bello, sano e sicuro. Per responsabilità di qualcuno sembra che fare la settimana bianca in Trentino in Piemonte in Val d’Aosta, andare a visitare la splendida Venezia, venire a visitare i bronzi di Riace, andare in terra di Sicilia o in terra di Sardegna sia pericoloso, no no no”.E poi “Qualcuno sta tentando di farci passare come lazzaretto d’Europa”. Poi esplode il casino in Lombardia e Salvini torna a dire di chiudere tutto. Zaia il 7 marzo dichiara “No a “zone rosse” in Veneto, questa sfida si vince con le terapie”, l’8 marzo dichiara “Non si comprende il razionale di una misura che appare spropositata all’attuale andamento epidemiologico”. Ora fa tamponi a tappeto a tutti.
    3) non è che gli altri paesi siano stati più competenti di noi, basti vedere UK e USA. Sono partiti dicendo che questo situazione fosse ridicola poiché il coronavirus era poco più di un’influenza. Scuole aperte fino a qualche giorno fa. Ora lockdown pressoché totale.

    Insomma, dare degli incompetenti ai nostri politici non mi pare coerente con queste evidenze. Lo trovo scorretto, se non un tentativo di sciacallaggio inutile. Ricordate che per l’opposizione è facile dire tutto e il contrario di tutto (come è avvenuto) senza assumersi la responsabilità di scegliere. Se ne sono accorti i 5Stelle che prima sbraitavano e davano lezioni a tutti, e oggi stanno lì e cercano di fare il proprio meglio (e spesso il proprio meglio è zero, mia opinione).

  10. Publio Vettio Scatone | 25 Marzo 2020 at 1:25 pm | Rispondi

    ma che davvero… raglia asino, raglia.
    P.S.
    Rileggiti ill passaggio sulle ONG…spostando le tue lunghe orecchie dagli occhi…e attiva il cervello, cosi capirai il soggetto e il predicato della frase.
    Scientia non habet inimicum nisi ignorantem.

  11. Modesto medicus | 25 Marzo 2020 at 6:14 pm | Rispondi

    Certo MarioS, bisogna restare calmi e ragionare,usando il cervello , ammesso che qualcuno ne sia in possesso, ha ragione. Mi piace quel che dice ..”per fortuna non siamo tutti uguali (un mondo in cui tutti fossero uguali a me sarebbe una gran rottura di palle!)” Eppure in Italia abbiamo un partito fondato da un emerito giudice(mi veniva da dire strxnzo”), che si chiama(il partito) LEU, liberi ed uguali. Tutto un programma. Divagando..lei ha mai sentito parlare di tal Babeuf, un rivoluzionario ai tempi della rivoluzione francese, che fondò”la società degli uguali” e la summa della sua filosofia era che “tutti gli uomini hanno uno stomaco, quindi eguali”.Da ciò sviluppò una teoria filosofica che non piacque ai giacobini che lo ghigliottinarono. Come vede la storia si ripete in Italia, chissà come finirà. Lei ricorda le mattane di Salvini e compagni, i quali non avevano capito ancora niente della pandemia. A me piace ricordare più la dabbenaggine di Zingaretti e di Sala, celebrati caporioni dem, che si davano a fare bisboccia con spritz e magari sanbitter “c’est plus facile”, tanto per sdrammatizzare e per inculcare nella mente della gente,”l’ha detto la TV”,l’oracolo degli italiani, che il virus non ci toccherà. E’ più virale l’ultima uscita, perché caro MarioS, quei due erano tra i massimi responsabili del direttivo che ci governa e prende decisioni. Salvini ormai, si agita, borbotta, ma nessuno lo ascolta anche se supplica Conte di riceverlo. Sì Conte , colui che dopo tanto ha capito che l’Italia andava chiusa a catenaccio, ma ormai è troppo tardi, mister Corona , ha espugnato la fortezza ed hic manebimus optime. Comunque come si giri giri la frittata siamo messi male , sia che ci sia la destra sia che ci sia la sinistra. Il fatto fondamentale è che ci stanno gli italiani, che è il peggior partito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*