Manca l’agibilità, area camper chiusa anche per questa Pasqua

Bruno Di Masci l’aveva posto come il suo “testamento amministrativo” dell’esperienza di salute pubblica, quando a fine anno annunciava che avrebbe lasciato gli assessori ancora un po’ in carica per chiudere almeno qualche pratica. E in particolare quella dell’area camper che, poi, sembrava cosa fatta. Solo da rifinire. Si sarebbe insomma dovuto fare solo la gara per l’affidamento, roba di giorni, al massimo settimane. E invece a quasi due mesi da quell’annuncio le carte non si sono mosse, anzi: sembrano tornate indietro.
Perché prima della gara per l’affidamento, che già di per sé richiede almeno un mesetto (ad essere ottimisti), c’è da concludere anche l’iter amministrativo della pratica. All’area camper, quella attesa da sei anni e i cui lavori sono stati riconsegnati l’estate scorsa, infatti, manca ancora l’agibilità.


Risolto il dilemma della destinazione d’uso, grazie all’interpretazione data dall’ex dirigente Gianfranco Niccolò, infatti, si è scoperto che la gara non si può fare fin quando non si rende fruibile il bene e l’agibilità è una di quelle carte indispensabili, anche solo per metterci piede in piazzale Ruggieri.
Uno scoglio tutt’altro che insormontabile a dire il vero, ma che nessuno ha voluto superare: le carte per fare l’agibilità sono infatti pronte, manca in concreto solo la firma di un tecnico che ne garantisca la veridicità. Un incarico da meno di 2mila euro che, però, il Comune in otto mesi non ha mai dato, forse pensando e sperando che sia atto dovuto e gratuito da parte di chi sul cantiere ha lavorato.


Così non è, però, come dice il contratto e il Comune deve per forza di cose dare un incarico, anche solo un semplice affidamento diretto.
Oggi, dice il neo assessore ai Lavori Pubblici, Salvatore Zavarella, il problema dell’area camper sarà al centro di un incontro con il responsabile del procedimento. Ma anche se il problema, dopo otto mesi di sonno profondo, dovesse essere risolto, molto probabilmente, vicino alla sicurezza anzi, il Collettore turistico non sarà inaugurato neanche per questa Pasqua.
Che poi doveva essere l’obiettivo da centrare già lo scorso anno. E l’anno prima e prima ancora.
Nella città dei faremo e avvieremo, dell’eterna perifrastica attiva.

5 Commenti su "Manca l’agibilità, area camper chiusa anche per questa Pasqua"

  1. che schifo di città,che schifo di gente,attaccati alle poltrone…vergogna vergogna ,amministrazione comunale!!!!!

  2. iammo su Zavarella ! ma vi rendete conto come hanno massacrato la
    nostra bella Sulmona?La Casini passerà alla storia come il peggior sindaco dal
    dopo guerra

  3. Il peggio del peggio del peggio……all’infinito……

  4. Una vera sciagura per Sulmona , i cittadini non dimenticheranno.
    Vuole anche ricandidarsi per distruggere quel poco che e rimasto in piedi.
    Lei ed i suoi sostenitori banda di incapaci passeranno alla storia.

  5. Fate ridere, siete degli incapaci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*