Spazio Pingue, Cibus et Symposium: la nuova accoglienza

 Uno spazio di nuova generazione che guarda ad una accoglienza a tutto tondo, trasversale e dinamica che sposa l‘ottica del 2.0 e che ospiterà eventi, conferenze, concerti, intrattenimento, ristorazione e molto altro. Sono 450 metri quadrati tra comfort, eleganza e ispirazione newyorkese per lo Spazio Pingue” Cibus et Symposium” che omaggia le Metamorfosi di Ovidio nel bimillenario.

 

L’allora mini market della famiglia Pingue aperto 40 anni fa, oggi approccia ad una nuova sfida, indossando una veste dotata delle ultime tecnologie nell’illuminazione e nell’efficienza energetica, con un monitor gigante, videoproiettore e impianto di diffusione musica, porte scorrevoli che aprono nuovi a spazi per una pluralità di manifestazioni, una rivoluzione nell’accoglienza progettata dall’architettoLuigi La Civita e l’ingegnere Regine Colarocco.

 Questa mattina l’inaugurazione del centro in via Lamaccio alla presenza del sindaco Casini, il sottosegretario alla Giustizia Federica Chiavaroli. Sono 570 mila gli euro impiegati per il progetto di cui 200 mila finanziati dai fondi Fas e da un investimento della famiglia Pingue.
“Un esempio virtuoso di come pubblico e privato possono fare bene in questo territorio” fa sapere Fabio Spinosa ricordando con commozione la lunga strada percorsa dalla madre Filomena Pingue da cui partì l’avventura del marchio.
L’architetto La Civita ha spiegato al numeroso pubblico presente, la gestazione lunga 11 mesi, la creazione del progetto che ha visto 57 ditte sul campo, negli step e e fusioni di idee e la volontà del gruppo di porsi come un sarto che cuce un’opportunità per la comunità.
Un palcoscenico che muta scenografia, quello descritto dal progettista che dà stimolo alla riqualificazione e alla nuova visione di un’area cittadina.

Si partirà con un grande debutto, in collaborazione con il Muntagninjazz. Ogni quindici giorni, da novembre a marzo, l’appuntamento sarà con 10 concerti che si svolgeranno nei giovedì ‪pomeriggio.  Al termine della conferenza, la degustazione dei prodotti “I Tipici d’Abruzzo”, alle 16,30 sarà la volta della Merenda nel Mondo dei Balocchi, con Officine Sinergiche. ‪

 Alle 18,00 degustazioni con “I Fermentati” Birrificio MezzoPasso di Popoli, Formaggi Fattorie Pingue e Pani. Alle 21,30 la scena sarà affidata agli attori della compagnia teatrale ClasseMista con “Incontro con le Metamorfosi di Ovidio“. Domani 4 ottobre sarà ancora Spazio Pingue alle 10,00 Spazio Colazione, alle 12 Cibus et Symposium con Marco Formichetti. Alle 17,00 degustazione Salumi Fattorie Pingue e Vini Cantina Pietrantonj con l maestro e sommelier Giorgio Suriani. Alle 19,00 lo chef Franco Franciosi di Mammarossa per un “aperitivo firmato”. Alle 21.30 serata cocktail con Carlos Casasanta e il concerto del gruppo Mai Elle Mai Swing quartet.

 

A.S.

Commenta per primo! "Spazio Pingue, Cibus et Symposium: la nuova accoglienza"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*