Vecchi riti ed antiche atmosfere ne “La notte nera” di Castel di Ieri

Riportare alla memoria  storie e tradizioni antiche dimenticate,  legate al ciclo del calendario agrario delle antiche civiltà agropastorale. Dai riti pagani Samhain al capodanno celtico, che contaminò i  territori dell’attuale Abruzzo trasformandosi in “Capetiémpe”, la Pro Loco di Castel di Ieri propone la “Notte Nera”, chiamata così perchè un tempo stava ad indicare la fine del raccolto, l’accorciarsi delle giornate, l’aumento del buio, delle piogge, l’inoltrarsi dell’autunno con i  paesaggi che  mutano i colori.

Le atmosfere dimenticate troveranno una narrazione a partire

dalle ore  15:00 di sabato 28 ottobre nel centro storico di  Castel di Ieri, presso il Palazzo gentilizio Strozzi. “La Notte Nera” verrà narrata e gli ospiti accompagnati nel vivo della festa, da protagonisti, grazie all’interpretazione delle storie appena raccontate, da parte dell’Associazione Il Bosco del Fauno che terrà alle ore  16:00 un intrattenimento  per bambini ma anche per adulti. Alle ore 18:00 si svolgeranno i “Combattimenti medioevali”  in collaborazione con la “Compagnia Rosso d’Aquila” con scene di veri e propri combattimenti con armature e spade. Alle 20.30 si prosegue con il concerto live “I D’Istinto Acustico”  che interpreteranno i  più grandi cantautori italiani. Dalle 23:00 si esibiranno con un Live set  gli “E.V. e PROJECT”.

Per l’occasione saranno  aperte le cantine lungo le rue del centro storico del borgo dove i partecipanti potranno gustare la gastronomia locale, la birra artigianale, le zuppe calde, i panini con porchetta, salsicce,   pizze fritte. Per  riscaldare la “Notte Nera” la Pro Loco offrirà vino e vin brulè.

Commenta per primo! "Vecchi riti ed antiche atmosfere ne “La notte nera” di Castel di Ieri"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*