“Nessun ammanco di soldi”, ma i conti non tornano in Comune

Nessun ammanco di soldi nella cassaforte del Comune, ma i conti comunque non tornano, perché di denaro ce ne sarebbe più del previsto. E’ quanto emerge dal verbale stilato dai Revisori dei Conti e dagli uffici di palazzo San Francesco all’indomani dell’ispezione fatta a seguito dell’arresto per droga dell’economo Armando Di Pietro.


“Dopo le vicende degli ultimi giorni che hanno interessato l’ufficio Economato del Comune, sono stati promossi dei controlli accurati – scrive l’assessore al Bilancio Stefano Mariani – e proprio gli accertamenti svolti dal collegio dei Revisori dei Conti e dagli uffici stessi hanno consentito di appurare che non risulta assolutamente un ammanco, al termine dell’attività doverosa di controllo promossa in municipio, le cui risultanze sono comunque al vaglio degli inquirenti che ne valuteranno l’utilità ai fini delle indagini”.


L’inchiesta collaterale a quella sulla droga aperta dalla procura della Repubblica di Sulmona, dovrà ora cercare di spiegare perché in cassa ci fossero più soldi di quanto avrebbero dovuto esserci (sia parla di circa 10mila euro). Come mai e perché, cioè, quel contante non fosse stato registrato e se, ancora, Armando Di Pietro non abbia avuto il tempo di farlo perché arrestato o perché fosse questa una prassi (un po’ anomala) di gestione dell’ufficio.


In attesa che la magistratura faccia i suoi accertamenti, ci sentiamo come testata di scusarci con i lettori e le persone coinvolte per aver eventualmente istillato il dubbio di un ammanco di denaro; seppur avendolo fatto in totale buona fede e con l’accortezza della formula dubitativa.

8 Commenti su "“Nessun ammanco di soldi”, ma i conti non tornano in Comune"

  1. Insomma ma è più grave un ammanco di 100000 euro o la presenza di maggiori soldi rispetto al dovuto, che comunque non risultavano registrati?

  2. Voi giornalisti,scrivete tutto in buona fede..!!’ Fate gli indovini,pur di fare notizia,io vi denuncerei!!!!

  3. Condivido quello che dice Carlo ultimamente quelli del germe dubitano troppo su questioni che interessano a loro manovrati forse da qualcuno del “palazzo”.concentratevi sulla droga e sullo schifo che potrebbe uscire da questa storia e sopratutto dai nomi dei consumatori illustri che possono trapelare e sul giro della sulmona bene come chiamate voi .

  4. E una vergogna!!! Basta che scrivono …non pensano ai danni che fanno.,poi il Germe è specializzato per queste cose!!’

  5. e invece meno male che esiste il
    Germe in questa valle di omerta’ ……hanno trovato un chilo di cocaina e chili di ashisc e voi invece di meravigliarmi
    di quanta droga
    di merda gira a Sulmona vi
    preoccupante per la notizia inesatta dell’ammanco
    di cassa ??? che tra l altro
    è stata prontamente corretta ! Vergogna …..bravo
    il Germe che racconta le cose come
    stanno

  6. Che lavori al germe..? O sei un amico stretto? Sono anni che gira droga a Sulmona…non si possono scrivere cazzate e poi chiedere scusa..se sei un giornalista bravo ..ti informi e poi scrivi..forse a Palazzo non hanno buoni informatori…

  7. Bravo Carlo,non è una grande scoperta la droga a Sulmona ..è qualsiasi notizia un buon giornalista la deve verificare,ne va dell immagine di una persona ..la condanna si da a sentenza ,molto spesso questi giornalisti fanno loro da giudici con supposizioni e condanne.,,per questo ci sono i tribunali…

  8. cioè spiegatemi bene, la notizia è dei chili di droga o del possibile ammanco al comune? dopo aver corretto la notizia dell’ammanco credo che il vero problema sia la droga a sulmona e di quanti soggetti si fucilano il cervello con questa porcheria. ammanco o non ammanco il problema è la porcheria che gira a tutti i livelli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*