Pitbull aggredisce cane padronale, paura nel campetto rosso

I bambini avevano appena finito di giocare nei dintorni, pochi metri e pochi passi che, forse, hanno evitato il peggio, anche se la scena consumata l’altra sera nel cosiddetto campetto rosso di Pratola Peligna è stata comunque cruenta e impressionante.
Un pitbull che era stato lasciato libero e senza guinzaglio, infatti, ha improvvisamente aggredito un cane meticcio di sette anni che passeggiava con il suo padrone, tenuto al guinzaglio, in una stradina lì vicino.
“E’ stato un attimo – racconta il proprietario del meticcio – e questo cane si è avventato contro il mio azzannandolo alla bocca e staccandogli la mandibola. Non siamo riusciti a fermarlo, né io, né il proprietario del pitbull. E’ rimasto attaccato a quel musetto fino a quando ha deciso lui”.
Una scena orribile, con il proprietario del cane aggredito che nel panico ha caricato il suo amico a quattro zampe nell’auto per portarlo prima ad un ambulatorio veterinario di Sulmona e poi, la sera stessa, in una clinica specializzata dell’Aquila. Qui la vittima è stata sottoposta ieri ad un delicato intervento chirurgico per la ricostruzione della mandibola, completamente fratturata dalla ferocia del cane morsicatore.
“Non riesco a darmi pace e non tanto e non solo per il mio cane – continua l’uomo – quanto per il fatto che sotto quella furia poteva finirci un bambino. Non si portano cani così pericolosi in giro senza guinzaglio e senza museruola”.
Anche per questo ieri il proprietario del cane aggredito ha presentato denuncia ai carabinieri che ora, in accordo con la procura e con la Asl, dovranno decidere che tipo di precauzioni prendere nei confronti sia del pitbull che del suo padrone.
Una razza, quella dei pitbull, che in Valle Peligna ha avuto una diffusione incontrollata, anche a causa di allevamenti non autorizzati che negli ultimi anni hanno sfornato cuccioli su cuccioli.
Gli episodi di aggressioni, non solo a cani, sono stati diversi negli ultimi tempi, uno dei più gravi dei quali poco meno di un anno fa, quando il 25 aprile il veterinario Filippo Fuorto venne aggredito da due pitbull e da un cane corso mentre si trovava nella sua campagna tra Introdacqua e Sulmona. Una vicenda che causò al dottore una ferita da cinquanta punti di sutura e che ha fatto scattare le indagini della procura che, a distanza di un anno, però non sono ancora concluse.

9 Commenti su "Pitbull aggredisce cane padronale, paura nel campetto rosso"

  1. senza se e senza ma | 14 Marzo 2019 at 12:22 pm | Rispondi

    il cane morsicatore e pericolosi vanno soppressi. Se l’ha fatto una volta lo farà nuovamente!

  2. Le leggi son ma chi pon mano ad esse? Dante aveva visto giusto. Chi vigila sulla applicazione delle leggi , con ammende o condanne a chi le infrange? Nessuno. Cani che scorazzano senza guinzaglio, come il pit bull(casi sempre frequenti di morsi anche a persone), auto e moto che corrono a 100 orari dove vige il divieto di 30 o 50. Schiamazzi notturni dopo le 24 etc etc. Un menefreghismo totale,una sciatteria totale. Siamo una nazione in piena libertà. Anche io rischiai di essere morsicato da un pit bull , in piena libertà. Alle mie rimostranze il padrone voleva darmi il resto.

  3. munirsi di cioccolato fondente,con i cani funziona…per l’italietta purtroppo e’ tutto depenalizzato,si e’ liberi di fare cio’ che meglio si crede, con una propria Legge e Diritto…una lince del deserto,una tigre,un leone per essere il piu’ forte,tra poco ,al giunzaglio..

  4. Iniziare già dai controlli più accurati x verificare che questi cani vengano portati esclusivamente a guinzaglio e nel caso contrario multe salatissime se poi malauguratamente succede un’ aggressione da parte di questi sequestro del cane x decidere se abbatterlo o meno e domiciliari x il proprietario….non aspettiamo che qualche bambino ci lasci la vita

  5. Ma il cioccolato uccide i cani. Contiene un enzima che non permette al sangue di coagulare e vanno in emorragia. Io piuttosto che punire l’animale punirei i padroni. Personalmente ho 2 cani corso che con i bambini sono meravigliosi. Nonostante ciò il guinzaglio è sempre doveroso e se vengono bambini a casa mia io mi parole davanti al passaggio.

  6. Se ci fossero stati i bambini non sarebbe successo niente! Perché i Pitbull sono aggressivi verso i conspecifici e non verso le persone. Probabilmente si sarebbe messo a giocare a pallone…

  7. I pitbull sono cani che sanno amare e dare più di tante altre razze ma al di fuori dei padroni e di chi li ama e non c’è nessuno per loro.Purtroppo tante gente ignorante non li sà tenere’tutto qua.

  8. Luigi Zorzetto | 15 Marzo 2019 at 9:36 pm | Rispondi

    Sono di accordo con andrea e con giovanni ,io ho una pittBullfemmina ma non farebbe mai del male a delle persone , ma con i cani e più difficile sono cani dominanti ,e per loro spero difficile sopprimre l istinto… ,a la mia città sta riuscendo , da che prima a ogni passaggio dei cani era un delirio cominciava a tirare con un matta.. e voleva a tutti i costi fare la dominane. . Questo perché chi l aveva prima la teneva sempre in casa e non le ha dato la possibilità di imparare a socializare con gli altri cani…. xxiii Enzo anche a fare presente che con me e i miei nipoti e di un amore, che non ho mai trovato negli altri cani….ovviamente ne non tutti.. per chiudere la colpa non è del cane e del padrone ……

  9. Luigi Zorzetto | 15 Marzo 2019 at 9:39 pm | Rispondi

    Teniamo conto che ci sono persone peggio dei pitbull loro non fanno quasi ,mai del male alle persone mentre le persone lo fanno a loro e ammazzano mogli bambini ecco. .. e non sono pitbull

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*