Centrale Snam, Feragalli: “Ora è il momento dei parlamentari abruzzesi”

“La centrale non si deve fare e il tracciato va spostato!”, ma per Alessandro Feragalli, esponente di Potere al Popolo candidato

alle passate politiche, tutto questo non basta, non basta una manifestazione interregionale, quella prevista il prossimo 21 aprile a Sulmona, a bloccare le mire della Snam sulla Valle Peligna. “I parlamentari abruzzesi eletti del M5S, del Pd, della Lega, di Fi, non possono sottrarsi ad un’azione immediata e incisiva, ognuno per il proprio ruolo- dichiara Feragalli-. Di Maio e Salvini sostengono che proporranno un contratto o un accordo programmatico alle altre forze politiche per far nascere un nuovo governo in Italia. Ebbene, ora per i parlamentari abruzzesi è il momento di dare valore alla loro elezione e difendere la propria terra. Tra tutti, la voce più grossa ci aspettiamo che sia proprio quella della neo senatrice sulmonese Di Girolamo, eletta tra le fila del Movimento 5 Stelle”. Secondo l’esponente i parlamentari, fin da subito, devono inserire la revoca dell’autorizzazione alla centrale Snam e lo spostamento del tracciato nelle intese che si andranno a creare tra le forze politiche. Tra i punti del prossimo governo, insomma, deve esserci lo “stop” alla centrale.

“Ora è il momento più difficile e tutta la comunità abruzzese deve unirsi per lottare contro l’arroganza e l’irragionevolezza di uno Stato che tratta il popolo ancora come sudditi e non cittadini. Se si devono spendere risorse per la Valle Peligna queste devono servire a migliorare i servizi e le condizioni di vita, non a pregiudicarle” aggiunge Feragalli lanciando ancora una frecciatina ai pentastellati: “Chi fino ad oggi ha annunciato che la politica ed il futuro dell’Italia cambieranno radicalmente, che il bene pubblico viene prima degli interessi e del profitto, che la tutela e la salute dei cittadini sono il fine del proprio agire, lo dimostri ora”.

Commenta per primo! "Centrale Snam, Feragalli: “Ora è il momento dei parlamentari abruzzesi”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*