Azione parte dal tribunale: domani incontro a Sulmona

Parte dalla salvaguardia del tribunale la campagna elettorale di Azione a Sulmona dove domani, dopo l’inaugurazione del comitato elettorale di corso Ovidio, si terrà presso Spazio Pingue (ore 18,45) un incontro dedicato al tema. I candidati di punta di Calenda-Renzi saranno i relatori di un percorso istituzionale che mira alla salvaguardia dei presidi di giustizia sul territorio: ci sarà Giulio Sottanelli capolista alla Camera, Emanuela Pistoia, candidata sempre alla Camera e Camillo D’Alessandro capolista al Senato.

“La nostra Carta Costituzionale richiede che la giustizia sia amministrata a misura d’uomo, abbastanza vicino ai cittadini perché questi possano raggiungere la sede del tribunale dalla loro abitazione con ‘limitati sacrifici’ – si legge in una nota -. A seguito della riforma approvata con D.LGS 7 settembre 2012, n.155 di revisione delle circoscrizioni giudiziarie in  attuazione della Legge n.148/2011 (governo Berlusconi), è stata ridisegnata la geografia giudiziaria dell’intera Italia in nome del risparmio di spese e di incremento di efficienza, ma le difficoltà andrebbero contro la Convenzione europea dei diritti dell’uomo e, per quanto riguarda il diritto interno, contro l’art. 111 Cost. e la l. n.89 del 2001 (cd. legge Pinto), il mancato rispetto dei quali porta sia all’instaurarsi di ulteriori procedimenti, sia ad un esborso da parte delle casse statali in forma di equa riparazione”.

“Abbiamo deciso di lottare per ottenere una rivisitazione della geografia giudiziaria per riportare tribunali, procure ed uffici del giudice di pace vicino a cittadini e imprese – aggiunge Sottanelli – per riportare il sistema giudiziario ad una dimensione più umana e funzionale”.

L’evento sarà replicato dopodomani a Lanciano.

4 Commenti su "Azione parte dal tribunale: domani incontro a Sulmona"

  1. Ricordati che devi morire!

  2. 1 tribunale per provincia.. Quindi l’aquila

  3. Sulmona, stazione di Sulmona. | 7 Settembre 2022 at 06:28 | Rispondi

    Tagliare la spesa pubblica

  4. Con tutti i problemi che ha la valle peligna: declassamento ospedale, inagibilità delle scuole, discarica di Noce Mattei, ecc., questi partono dal tribunale!
    Si sono giocati il mio voto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*