Area camper, una gara in “volata”

L’affidamento temporaneo, quello fatto alla Levante di Maglie (Lecce), scadrà il prossimo 5 ottobre: tre mesi di prova, quelli fatti nella nuova area camper di via Japasseri a Sulmona, nei quali non sono mancate criticità e disservizi, ma che, dall’altra, hanno mostrato tutto il potenziale della struttura che nei giorni cruciali di agosto è stata presa letteralmente d’assalto dai camperesti. Una risorsa da non disperdere e una continuità da non spezzare, insomma, perché la reputazione di un sito turistico dipende molto anche dalla sua affidabilità e, specie tra i camperesti, sul passaparola.
Per questo il Comune di Sulmona, che sull’apertura del Collettore turistico ha accumulato un ritardo sull’altro, questa volta non vuole farsi trovare impreparato, o almeno non vorrebbe: la dirigente del primo settore ha così dato mandato per la indizione di una gara d’appalto sotto soglia con procedura aperta e urgente con l’offerta economicamente più vantaggiosa.

Una gestione in concessione di due anni il cui valore economico è stato valutato in 340mila euro e nella quale non sarà prevista solo la custodia e l’apertura dell’area, ma anche l’attività di promozione e indirizzo turistico per la quale il Collettore turistico è stato pensato. Un passaggio questo particolarmente delicato, soprattutto nel merito.
Difficile che la procedura sia conclusa entro il 5 ottobre, in verità, anche se il Comune non esclude un affidamento anticipato della gestione. Fatta salva la necessità di rimediare alle cose che non vanno: le colonnine rotte, l’ascensore inservibile, l’elettricità a singhiozzi. Per evitare, insomma, quello che è già successo con la gara sulla piscina comunale.

All’orizzonte ci sono le festività del primo novembre, ma, ancora prima, troppo prima, il 9 ottobre, anche la carovana del Giro d’Italia che passerà per Roccaraso e che potrebbe far sentire i suoi effetti anche a Sulmona.
Difficile che l’area camper riesca a partecipare alla “volata”.

2 Commenti su "Area camper, una gara in “volata”"

  1. francescovalentini1935 | 19 Settembre 2020 at 5:03 pm | Rispondi

    Come in tutte le cose sulmonesi anche l’area camper nata a piu’ riprese sta arenandosi: si parla di disservizi dovuti a incapacita’ amministrativa,di danni alle strutture predisposte per l’utilizzo al meglio e sempre rese inservibili addirittura prima della entrata in funzione:siamo al solito discorso della mancanza di controlli nonostante video sorveglianza e cosette del genere. Non si parla di introiti dell’attuale gestione:non penso cibsiano stati: Sulmona e’ un immenso,non controllato parcheggio per caravan e roulotte peraltro non bisognoso di sorveglianza: in citta’ passa sempre qualcuno che fa la guardia senza…volerlo: E poi vogliamo che l’area camper sia tanto appetibile da suscitare risposte alle gare di appalto e al suo utilizzo ?E’ tutto gratuito a Sulmona paese di Bengodi per caravanisti:le voci corrono e addio spazi…predisposti. Speranza,ultima a morire:ma muore e gli anni passano nel rinvio delle soluzioni.

  2. Solita storia
    Povera Italia, trattata sempre e solo male. Usata solo per lucrare su tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*