Covid, tre nuovi fronti di contagio

Sono tre i casi che si aggiungono nell’ultima giornata all’elenco dei positivi nel Centro Abruzzo, tanto da far sforare i duecento casi complessivi in questa seconda ondata, 201 per la precisione.
Tutti e tre casi isolati, ovvero non tracciati, e che per questo aprono nuovi possibili fronti nelle loro rispettive aree di lavoro e contatti.
Uno di questi, quello che sotto questo punto di vista preoccupa di meno, è un giovane di Sulmona tornato da Praga e che si era già messo in auto isolamento, anche perché appena tornato dall’estero aveva subito accusato sintomi influenzali. Un altro caso si è poi registrato a Corfinio e si tratta di un quarantenne che lavora in una fabbrica del posto. Per questo ora bisognerà vedere che tipi di contatti ha avuto sul posto di lavoro e chi eventualmente sottoporre a sorveglianza attiva. Il terzo caso risiede invece a Vittorito ed è un medico in pensione, anche questo da tracciare. Tutti con sintomi lievi.
La mappa del contagio, compresi i ventiquattro guariti e i turisti tornati nelle loro città d’origine, si attesta dunque su 201 casi così divisi: 99 a Sulmona, 34 a Bugnara, 26 a Pettorano sul Gizio, 9 a Pratola, 8 a Scanno, 5 a Introdacqua, 4 a Prezza e Roccacasale, 3 a Pescasseroli e Corfinio, 2 a Pacentro e Vittorito, 1 a Raiano e Scontrone.

6 Commenti su "Covid, tre nuovi fronti di contagio"

  1. Grufi&Tare =Tartufi | 27 Settembre 2020 at 2:31 pm | Rispondi

    Il problema non sono i contagi in Valle Peligna ,di questo morbo detto COVID, ma il numero improvviso di morti negli ospedali di alcune province lombarde, 350 al giorno,560 al giorno,430 al giorno. Quando un morbo ciclico,per natura,(anzi mi spiego meglio, per la unica legge che regola la natura in ogni suo aspetto ed anche evolutivo) non può essere differente dal precedente. Ed esiste un vecchio apposito detto che dice “NATURA NON FACIT SALTUS”. Il dramma in questa strage è non tanto che possa esistere un “deep state” ma proprio un “deep algorithm” ed ormai l’Italia ed il mondo sono comandati da chi ha le più potenti capacità di calcolo.

  2. Si può spiegare meglio?

    • Grufi&Tare =Tartufi | 27 Settembre 2020 at 7:55 pm | Rispondi

      Significa che,in filosofia,i morti negli ospedali lombardi sono accaduti per qualcos’altro che la natura, perché è un virus con comportamento troppo diverso dai precedenti, e, per evoluzione, non può esistere.Perche’ in natura tutto procede per gradi.Tutto, anche i virus o gli organismi 100 volte più piccoli dei virus.

  3. Lascia perdere, è un terrapiattista.

    • Grufi&Tare =Tartufi | 27 Settembre 2020 at 9:14 pm | Rispondi

      L’esistenza di algoritmo quantistico in tempo polinomiale può dimostrare che uno dei protocolli crittografici più usati al mondo sarebbe vulnerabile a un computer quantistico.

      • Grufi&Tare =Tartufi | 27 Settembre 2020 at 9:16 pm | Rispondi

        Il 24 ottobre 2019 Google afferma ufficialmente che un computer quantistico ha completato un calcolo da 10000 anni in 200 secondi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*