L’epidemia da firma

  I suoi malori hanno un tempismo davvero sorprendente: così fu alla vigilia della firma per l’affidamento in house del servizio rifiuti al Cogesa (correva l’era Ranalli), così per l’emergenza terremoto prima, per quella neve poi e ancora quando la Valle Peligna, lo scorso anno, fu ridotta in cenere dall’incendio del Morrone. Così ancora per…

Il contenuto di questo articolo è riservato ai membri Sostenitore

Registrati per continuare la lettura dell’articolo.
Sei sei gia iscritto, fai il Login
Visita la nostra pagina per saperne di più! InfoAbbonamenti